3 buoni motivi per pubblicare a pagamento

Eccoci di nuovo qui a parlare di un argomento che mi sta a cuore, ossia il confronto tra EAP e noEAP.

L’EAP (Editoria A Pagamento) è quell’editoria che si basa sul fatto che l’autore, per essere pubblicato, debba assumersi parte delle spese di pubblicazione (in genere nell’ordine delle 2000 euro) o farsi carico dell’acquisto di un numero di copie che, di solito, va da 100 a 300.
Ipotizziamo 10 euro a copia… 100*10 = 1000 e 300*10 = 3000, con un capitale medio investito di 2000 euro.

Per cui, che venga esplicitamente richiesto il versamento di una cifra di denaro o che tale versamento sia camuffato dall’acquisto di copie, sempre di editoria a pagamento si tratta.

L’editoria noEAP, invece, è quell’editoria che s’impegna a pubblicare a proprie spese i manoscritti ricevuti e verso la quale l’autore non ha alcun obbligo pecuniario.
Ben venga se l’autore decide di acquistare alcune copie e farsi carico di venderle in prima persona, ma non è costretto da alcun vincolo contrattuale.

Continue reading →

Zoom sull’editoria: cosa ne pensano i lettori?

5223931039_23f2c6ea14_oIl mio sogno, fin da bambina, è stato quello di pubblicare un romanzo.

Pur avendo sempre scritto una gran quantità di storie, solo da un paio d’anni mi sto impegnando seriamente per giungere al traguardo della pubblicazione e, di conseguenza, mi sono trovata a informarmi sul mondo dell’editoria.

Il mio sogno non è cambiato: voglio pubblicare con un editore tradizionale.

Prima di proseguire, visto che non ne ho mai parlato in questo blog, vorrei riassumere i concetti di Continue reading →